PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il fulmine al ciel seteno

Passeggiando per le vie
Di Firenze.
In mezzo a un fiume di turisti.

Con il sole leggermente caldo
Accarezzava il mio viso,
osservo sbalordita le vetrine
sia a destra che a sinistra

all'improvviso sentii un gran boato
non mi resi conto cosa accadesse
il ciel si imbrunì divenne lugubre

E giù uno scroscio d'acqua da far paura
Sembrava divenire la fine del mondo
La gente terrorizzata correre per ripararsi
Dentro i negozi.

Ad un tratto il ciel si schiarì
Divenne di un azzurro limpido
Formandosi un arco baleno
Con dei colori variopinti

Dopo la tempesta ci fu la quiete.

 

3
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Raffaele Arena il 12/11/2012 22:27
    L'Autrice in uno stile chiaro, e surreale, rende l'idea sia di come di un immagine meravigliosa e allo stesso tempo apocalittica. Come due estremi opposti. Piaciuta nella sostanza e nella forma.
  • Rocco Michele LETTINI il 02/11/2012 22:10
    UN POSARE LO SGUARDO SOAVE... MIRABILE VERSEGGIATO... CIAO ANNA...

2 commenti:

  • jole raccardi il 12/11/2012 16:28
    complimenti cara Anna è piaciuta
  • Anonimo il 02/11/2012 19:28
    Impressioni fiorentine che registro con la mente!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0