username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Impressioni di novembre

novembre
per brulli campi s'aggira
grigio e muto,
su tombe da fiori adornate
a rimenbrar i defunti piange.

Piccoli trilli son
i canti degli uccelli,
lievi si perdono nel cupo vento
nunzio di precoci nevi.

Da candidi cristalli mattutini
inbrillantate, svettano nei giardini
le ultime rose, vedove di assolati giorni
più fragranza odorosa non hanno.

Argentea la nudità degli alberi
contrasta con l'oro e la porpora
delle perdute chiome accovacciate
ora ai loro piedi.

Novembre è all'apparenza triste mese...

Pur esso somigliando
ad una camera ardente
dove mesti si piange
la defunta estate,
sparge però semi
di speranza e fede
negli animi di chi crede
che la morte è solo un apparente sonno...

Presto sarà alba di Resurrezione,
al tocco amorevole del primaverile sole.

 

4
2 commenti     7 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

7 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 07/11/2012 15:06
    Un serto floreale per questa tua straordinaria davvero!
  • Raffaele Arena il 07/11/2012 01:41
    La vita non ha mai fine noi siamo parte di essa con i nostri attaccamenti che talvolta portano più danni che gioie. e' uno scorrere temporale, spaziale, atemporale, aspaziale, umano e sentimentale oltre che umano e alieno. Spelendida. Porta a riflessione sull'oltre, sul segno della croce davanti una tomba, o un cimitero ma in senso di considierazione estensiva sul mistero della morte che per chi lo merita è sempre una meravigliosa rinascita. Grazie
  • sara meneghello il 06/11/2012 18:19
    Elogi... veri! ci sono entrata, anche se per poco. davvero bella! emozioni, sensazioni descritte bene, nell'attesa della nuova stagione.
  • Anonimo il 06/11/2012 17:26
    Una lunga pennellata di colori e sensazioni che vanno direttamente a coinvolgere chi legge. La descrizione di una fase della natura e le sue ripercussioni sull'animo umano. Nulla, per quanto triste, può riuscire a scalfire del tutto le speranze degli uomini. Per ogni tramonto, anche il più cupo, ci sarà sempre un'alba. Molto interessante lo sviluppo dei versi e il loro concatenarsi in una logica descrittiva assai efficace.
  • Rocco Michele LETTINI il 06/11/2012 17:16
    IMPRESSIONI MIRABILMENTE FORGIATE... IL MIO ELOGIO LORETTA...
  • Antonio Gariboli il 06/11/2012 15:36
    Un bellissimo quadro autunnale dove non manca assolutamente nulla incorniciato in una leggera malinconia per l'estate ormai passata e nell'accesa speranza della prossima primavera.
    Come sempre i miei complimenti sinceri!
  • Grazia Denaro il 06/11/2012 15:13
    Una bellissima opera che esplica ciò che il mese di novembre ci
    presenta ogni anno, è un mese un po' triste perché ci porta incontro al gelido inverno, opera apprezzata per contenuto e forma, complimenti Lor!

2 commenti:

  • laura il 06/11/2012 17:24
    Bella! questo mese considerato triste, può portare speranza nei cuori di chi crede! un mese in cui è dedicato al ricordo deli nostri cari scomparsi... non è così nero Novembre! complimenti ciao
  • Elisabetta Fabrini il 06/11/2012 16:57
    Una delle tue più belle... hai descritto divinamente un triste mese, ma che triste alla fine non è... bravissima davvero.
    Anche se non sto molto sul sito i vecchi amici li seguo sempre... Baci!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0