PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Se l'uscio è chiuso

Vano il tuo battere alla porta
quando l'uscio non gradisce
perché si dica pure il contrario
il bussare continuo è irritante
e il cuore si serra a difesa.

Chiamolo insultante egoismo
carenza d'un io solidale
ma in sostanza è rifiuto
di contagiarsi al tuo male.

 

6
3 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Alessandro il 09/11/2012 18:56
    Il coraggio di allontanarsi da chi non farebbe altro che distruggerci, consumarci. Un atteggiamento drastico ma necessario, che molti dovrebbero imparare. Ottima
  • Rocco Michele LETTINI il 09/11/2012 18:05
    A L'AMICO INDESIDERATO... CON SINCERITA'...
    STRAORDINARIA RIFLESSIONE... IL MIO ELOGIO MICHELE...

3 commenti:

  • Michele Prenna il 09/11/2012 16:09
    Credo che perfino per un Santo non sempre valga l'evangelico "bussate e vi sarà aperto" soprattutto per via dei troppi che ci marciano...
  • Grazia Denaro il 09/11/2012 14:57
    Effettivamente un po' egoistico dire ciò, anche se detto con versi scorrevoli. Apprezzata per la forma!
  • Ellebi il 09/11/2012 13:03
    Credo sia proprio così. Apprezzata riflessione in versi che la rendono più efficace nel suo significato. Complimenti e saluti.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0