accedi   |   crea nuovo account

[Senza titolo]

tra gli specchi dorati
di contraddizioni di sogni alati
ti ho portato
nel market
dei giorni

dormi, ora
coperto dall'illusione
di stelle invetate,
io raccolgo le
radici
nei campi deserti
dell'alternativa e del pudore

chi siamo noi?
domande da gauiguin
o ombre di onde
in attesa di toccar l'altra sponda?

utopia dilaniata
da
altre braccia,
riescan a
colmare un fiume in piena?

noi, gli orologi viventi
di un tempo tanto breve.

 

2
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 11/11/2012 19:03
    SUBLIME IL DISTICO DI CHIUSA... PER UN VERSEGGIO ELOQUENTE NEL SUO SAGGIO COSTRUTTO... IL MIO ELOGIO LAURA...

2 commenti:

  • Alessandro il 11/11/2012 20:16
    Significativa, portatrice di domande esistenziali. Ottima la chiusa.
  • loretta margherita citarei il 11/11/2012 18:51
    bella poesia , l'ho molto apprezzata

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0