username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Dentro una bolla

Mi feci accarezzare da quelle minuscole gocce
d'acqua
quasi fossero parte dei miei dubbi,
delle mie paure e decisioni.
Svaniranno,
e la forza di vivere ti accompagnerà sempre,
la voglia di lottare non mancherà
come la tristezza,
e qualche pizzico di felicità ci sarà sempre,
come del resto anche l'amore.

Oggi ho notato attraverso il mio sguardo
una terribile voglia d'andare
ovunque fuorché qui, come nuvole
spostate ovunque dal vento
io voglio
iniziare davvero la mia vita.

Paranoia malinconica
mentre sospeso io sul mare di Novembre
osservo muto quei tuoni e lampi e gocce cadere
quasi affogare per poi risalire, trovare la luce.

Io sono ancora immobile sul mare.

 

1
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 11/11/2012 19:24
    APPREZZABILE NELLA SUA SEQUELA DI VERSI... IL MIO ELOGIO GIUSEPPE... CIAO...

2 commenti:

  • Alessandro il 11/11/2012 20:17
    Una terribile voglia d'andare riflessa nello sguardo, il desiderio ultimo di divincolarsi da un Novembre immobile. Suggestiva.
  • loretta margherita citarei il 11/11/2012 18:42
    molto apprezzata al tua età la malinconia presto svanisce

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0