PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Fuori dalla finestra

Fuori dalla finestra,
il mio sguardo,
su cassoni del pattume
stracolmi,
tristemente indugia.
Ogni nuovo giorno,
invano,
il mio cuore spera
che qui,
si cambi atmosfera.
Di quando in qua,
vedo omini
animati di buona volontà,
alacremente adoprarsi
per i cassoni svuotar.
Allora, s'insinua in me
vana speranza
di rivederli
il giorno appresso
e quello ancora dopo.
Ma non è così
e prima che li riveda,
trascorron molti dì.
Intanto il pattume
insudiciante
staziona sempre lì.
Fuori dalla finestra
il mio sguardo
trepidante aspetta
che almeno
venga giù, copiosa,
la pioggia.

 

5
3 commenti     5 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • luca il 17/01/2013 19:37
    incredibile è l'unica cosa che riesco a dire
  • Anonimo il 16/11/2012 10:03
    Poesia particolare e diversa da moltre altre, come stile e temperatura di sviluppo. Un testo sociale molto significativo e profondo. Intense descrizioni, accompagnate da metafore davvero incisive, completano il valore della pubblicazione. Sinceramente apprezzata per l'attenzione dedicata anche all'indifferenza di chi ci getta FURORI DALLA FINESTRA senza preoccuparsi di nulla. Ammirato e colpito dalla tua autentica sensibilità. Complimenti!
  • Don Pompeo Mongiello il 16/11/2012 08:28
    Un plauso particolare per questa tua eccezionale davvero!
  • Alessandro il 13/11/2012 23:59
    Un clima urbano immobile, martellato dalla pioggia, sporco e malsano. Speranza di cambiamento prontamente disillusa, contemplando questo sfacelo. Ottima
  • Rocco Michele LETTINI il 13/11/2012 13:56
    METAFORE DAL CUORE... IL CASSONE (IL MARCIO QUOTIDIANO) L'UOMO CHE LO SVUOTA (L'ANGELO DE LA MISERICORDIA) CHE PURIFICA DEL MALE EFFLUSSO...
    SUBLIME LA CHIUSA IN CUI L'AUTRICE CERCA LA MANO DIVINA (LA PIOGGIA) CHE SPAZZI VIA OGNI MACCHIA...
    IL MIO ELOGIO PER QUESTAA DAVVERO INVIDIABILE POESIA STEL...

3 commenti:

  • Anonimo il 13/11/2012 19:45
    pioggia che lava... che disinfetta... che pulisce... ottma lirica che mette in risalto un tema sociale molto importante... brava
  • loretta margherita citarei il 13/11/2012 15:13
    se piove però sgocciola la spazzatura nelle caditoie inquinando le falde acquifere,è il cane che si morde la coda, triste problema ben sollevato da te
  • Gianni Spadavecchia il 13/11/2012 13:53
    Una speranza vana.. Purtroppo la spazzatura per le strade delle città sembra esser sempre più frequente. Bell'argomento quello trattato.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0