accedi   |   crea nuovo account

La sera

Dopo una giornata passata nel morire dove basta un colore, una parola,
un cartellone pubblicitario che ti rinnova il dolore
arriva il buio che mi avvolge e spero finirà...
Quando pensi che le tenebre possano aiutarti e che il sonno ristoratore possa cancellare momentaneamente il tremore e la rabbia
mi accorgo
che nella solitudine del mio letto
le lenzuola si muovono nervosamente
ritorno indietro coi ricordi il dolore lacerante che non ti fa vivere e tutto ricomincia
e ti chiedi come? Perchè? Chi sei?
Quel sonno di pace che arriva sempre troppo tardi
e finisce sempre troppo presto.
Vedi una piccola onda che s'infrange e si sgretola sugli scogli come s'infrangono i sogni nella realtà.
E l'unica cosa che vorrei e infrangermi sui scogli come quell'onda del mare.

 

1
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0