PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il Terminillo

La quinta che da sempre,
in mattini di speranza
e pomeriggi mistici,
di sole ed aria tersa,
maestosa giace a me.

Maestosa la muraglia,
fredda e bruna,
gelida e argentea,
tiepida e verde,
coronata d'esso.

Serpentino bastione
di calcari bigi
carichi di niveo bagliore,
poi brinati di verde,
poi d'estate arrugginiti.

Le aurore d'ocra e rame
il guardiano nero
sagomano in silenzio.

Più tardi il sole desto
tinge in strali dorati
i suoi crinali di velluto.

Un'unica, coesa
coltre di faggi
di verde austero
tinge la muraglia.

In giorni grigi
l'alta coltre plumbea
fa del guardiano
la scura cerniera
della valle piangente.

L'implacabile estate
vela di pesante foschia
il massiccio indomito,
che poi, nella tenebra,
riversa generoso
il refrigerio d'altura
nel pedemonte riarso.

Dalla febbre annuale
è il mio rifugio,
ond'io vengo a lui,
a goder, nell'aria lieve,
la vista delle valli

12

3
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Anonimo il 27/11/2012 17:28
    Rimango incantata da questa meraviglia di poesia. Non conosco il Terminillo, ma la descrizione che tu ne fai mi coinvolge al punto di vederlo, quasi.
    Ma tu altro che aforista sei!

    Ps: Ciao Luigi, stavolta ti chiamo col nome giusto. Fra tanti difetti che ho, sono anche molto distratta.
  • Luigi Lucantoni il 19/11/2012 17:52
    vi ringrazio tutti,
    però Vera di poesie ne ho scritte una quarantina qui, sono poche rispetto agli aforismi e rispetto a quante ne scrivono molti qui però non sono nemmeno una manciata
  • Alessandro il 19/11/2012 16:46
    Ritmo, musicalità, rime mai forzate, stupenda padronanza del linguaggio.
  • Anonimo il 19/11/2012 13:23
    FINALMENTE, Luigi, non solo aforismi, ma una tua poesia e CHE POESIA! Un dipinto meraviglioso, un rifugio eccezionale per la mente e lo spirito. bravo
  • vincent corbo il 19/11/2012 08:26
    Una poesia immensa... nel leggere l'autore non credevo ai miei occhi (solo aforismi)... mi hai incantato.
  • roberto caterina il 19/11/2012 07:34
    Bella descrizione, non ci sono mai stato, ma capisco possa essere un rifugio austero e amato.
  • loretta margherita citarei il 19/11/2012 06:05
    bella, conosco la parte del monte confinante con l'umbria, mia regione, xchè ci vado a raccoglier o funghi

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0