PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Un'altra primavera

Sto pensando a te oggi che piove
Per non vedermi piangere
Sto parlando di te con il vento
Chissà se ti arriva il mio pensiero
Sto pettinando un sogno
Quasi come fosse un gioco
Poterti riavere
Poterti domandare come stai
È tutto superato
Poter ridere ancora di noi
Del tempo e della fatica
Sto pensando a quei giorni voltandoci dietro
Per non andare troppo avanti col pensiero
Qui dove tutto ha sempre fretta
La tua ironia mi avrebbe preso per mano
Avrebbe acceso la luce
Anche a quel dolore ricordi?
Tu che mi chiami stellina
tu che hai le stelle negli occhi
Chissà se qualcuno ti convincerà a tornare
Forse l'abbraccio di tua madre in fondo a quel viale
Qualcuno che sistema la coperta
Una rosa sopra il comodino
La luce artificiale di un ospedale
Il freddo di una sera
Mentre penso al tuo sorriso
Che sogna
un'altra primavera

 

3
3 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Stanislao Mounlisky il 29/04/2015 09:33
    L'Autrice ci prende dolcemente per mano e ci porta per mano sulla strada di suoi ricordi teneri e dolorosi insieme.
  • Rocco Michele LETTINI il 20/11/2012 05:44
    STO IMPAZZENDO DI GIOIA... UN'ALTRA PRIMAVERA CHE AVANZA...
    BUONA GIORNATA LAURA... COL CUORE...
  • Auro Lezzi il 19/11/2012 10:55
    Arriva.. E come se arriva... Mia dolce.
  • Antonio Garganese il 19/11/2012 08:36
    Dolcissima e appartata. Il desiderio di un'attenzione in più descritta come una primavera sognata ma anche vissuta. Bentornata.

3 commenti:

  • Marco Giardina il 10/06/2013 00:03
    molto bella e sottolinea l'amore.. ma perchè alla fine parli di ospedale?.. ciao!
  • Alessandro il 19/11/2012 16:59
    Il sogno amaro di un'altra primavera che, per ora, tarda ad arrivare. Dolce malinconia.
  • Anonimo il 19/11/2012 14:37
    Non so cosa sia davvero più straordinario: se l'amore che ispira così tanti e meravigliosi versi in un piccolo spazio di tempo, o il dolore che entrambi accompagna... Ma no, sono una realtà sola... E noi che leggiamo, ammiriamo, soffriamo insieme a te, come facciamo a confortarti?? Io -voglio sperare- con le parole di Auro. Un abbraccio. Vera

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0