accedi   |   crea nuovo account

Scrivo

Scrivo quando il temporale
geme malinconia
e le follie,
diventano tornadi
che spazzano dai capelli
la ragione.
Mi sento viva
se sopra il mare l'orizzonte
sembra l'ingrigita cartapesta
di stanze abbandonate.
Scrivo di illusioni,
quelle di due mani
che non saprò dimenticare.
Scrivo quando è inverno
e le mie braccia sono gelide appendici
della stasi
mentre le orme,
affondano al centro dei silenzi,
infuocato magma
del divenire terra.
Non c'è magia nelle uncinate parole
se l'uva d'autunno
sa d'aspra vendemmia
e tra i filari arsi
rincorro l'ultima stilla di sole.
E sale la notte
che piange l'assenza di Luna
e le tenebre fitte
fanno male sugli occhi,
così scrivo
sui fogli
colorati coriandoli arresi.

 

1
3 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Raffaele Arena il 17/09/2013 15:21
    Stile impeccabile, sentimento forte, nostalgico della trasformazione repentina dei tempi. Piaciutissima.
  • Rocco Michele LETTINI il 20/11/2012 17:37
    HA FOTOGRAFATO IL POETA... CON FOTOGRAMMI DI NITIDEZZA ENCOMIABILE... IL MIO ELOGIO MANUELA...

3 commenti:

  • loretta margherita citarei il 20/11/2012 19:21
    e scrivi molto bene complimenti manuela
  • Manuela Magi il 20/11/2012 18:28
    GRazie delle vostre parole.
  • Alessandro il 20/11/2012 17:17
    L'ispirazione, la magia dello scrivere che si manifesta solo sotto pressione emotiva. Davvero bella.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0