accedi   |   crea nuovo account

Questo non è vanità

Bisogna aver camminato molto - soli;
bisogna aver avuta molta paura;
bisogna aver pianto molto e molto sofferto - soli.

Essersi soli abbracciati la notte,
soli essersi dato un bacio e posato, piano, la propria mano sulla propria guancia,
essersi carezzati piano - perché si è più belli se ci si carezza il viso,
mentre - soli - ci si diceva: "Sei bella", "Sei buona".

Essersi ammalati e curati - soli;
non essersi perdonati mai -

Aver visto la pioggia e il sereno a una finestra - soli,
in una grande casa vuota.

Bisogna aver fatto tutte le cose più belle -
soli,
per conoscere la sofferenza e sapere che è reale.
E conoscere che cosa è e che cosa non è
Vanità.

"Avere fatto in luogo di non avere fatto,
questa non è vanità".

 

1
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Alessandro il 20/11/2012 23:44
    Chi ha sofferto, affrontando le insidie della vita da solo, non cadrà mai preda della vanità Piaciutissima

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0