PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il soffio dell'odio

statistica
e carne da cannone
è l'uomo
e se non perisce
sotto il fuoco
di malattia o di miseria
muore

nell'indifferenza
di chi dovrebbe
proteggere e aiutare

china il capo
chi è sempre stato schiavo
e la libertà
non sa bene come si scrive
o dove andarla a cercare

si soffia sul fuoco dell'odio
a intervalli

basta!
con lanci di razzi
e passaggio di armamenti
nei tunnel sotterranei di confine

solo per dare l'illusione di una vita

 

7
9 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • mauri huis il 06/12/2012 05:21
    Accidenti, chissà se mi perdonerai il ritardo, vedrò di meritarmelo. Questo tuo sfogo è più amarezza che rabbia, ed anche nell'amarezza ti mantieni equilibrata e corretta come sempre. Mi piace molto questo, e tu lo sai. Ma la realtà è misera e banale più di quanto dovrebbe, e tu la tratteggi come al solito col filtro del distacco e della poesia. Complimenti e un abbraccio.
  • Antonio Garganese il 24/11/2012 07:17
    Gli esclusi sono di fatto i più esposti, i destini si decidono altrove in stanze insonorizzate che organizzano la nostra vita. Autenticamente falsa, come hai detto nell'ultimo verso. Pure nella rabbia sai essere elegante.
  • Rocco Michele LETTINI il 22/11/2012 19:31
    UN SOFFIO DI SAGGEZZA VILMA... UN FORGIATO ENCOMIABILE PER QUANTO DILIGENTEMENTE POSTATO... POESIA DEL REALE LA TUA... IL MIO ELOGIO E LA MIA STIMA VILMA...
  • Anonimo il 22/11/2012 16:01
    mammamia bella tosta e... mi piace!

9 commenti:

  • leopoldo il 02/02/2014 00:38
    Bella, deporre le armi vere o virtuali e respirare una vera libertà!
  • Gianni Spadavecchia il 23/11/2012 16:15
    Mi piace molto il titolo Vilma,è fantastico.. Rabbioso, ben scritto, incredibile.
  • laura il 23/11/2012 09:45
    una poesia molto forte! l'ho apprezzata tanto! profonda e veritiera.
    "il capo
    chi è sempre stato schiavo" purtroppo non conosce altri modi! è sempre stato sottomesso e continua a restare tale! triste davvero, ma reale! ciao
  • denny red. il 23/11/2012 04:10
    Una bella triste reale profonda..
    Profonda come un mare..
    Bravissima! Ben Scritta!!

  • stella luce il 22/11/2012 22:19
    profondi versi... questo mondo pare ogni giorno diventare sempre più assurdo...
  • loretta margherita citarei il 22/11/2012 18:58
    profonda poesia complimenti amica mia
  • Alessandro il 22/11/2012 17:52
    Siamo tutti carne da cannone. Bella riflessione.
  • Vilma il 22/11/2012 14:35
    era un refuso che ho appena corretto, anche se come dici tu sembrava messo li di proposito...
    Grazie Sergio
  • senzamaninbicicletta il 22/11/2012 14:22
    "e la liberà non sa bene come si scrive" un refuso che sembra esser messo li apposta. Poesia potente e degna d'applauso.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0