PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Gianduia

Co' lo belo tricorno
e parrucca carbon
va lo Gianduia
a fasse un quartin
ne la cantin,
ma appena fora
nun sa
che stato è già,
de novo entra
ed in quantità
scola de Asti
lo novello vin.

 

3
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 23/11/2012 11:51
    Simpatico verseggio ne l'intiero forgiato... IL MIO ELOGIO DON...

2 commenti:

  • Anonimo il 23/11/2012 19:29
    irnico simpatico e sempre molto bravo Don...
  • Anonimo il 23/11/2012 13:50
    E chiamalo fesso! Una delle maschere della Commedia dell'Arte ben riproposta da te. Bravo don!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0