accedi   |   crea nuovo account

Sabra e Chatila

strade distrutte
muri sferzati dal sangue
gli occhi vuoti dei bambini
il pianto delle donne

le urla nel fumo acre

colano lacrime asciutte
sui corpi smembrati
nella polvere di terra rubata
che salta in aria esplosa

la corsa di sirene
che raccolgono carne
è una lotta per la vita

non c'è gloria in questo
- israele - non c'è memoria

s'è scambiata la parte
con un golia assassino
- israele -
che rinnega la storia
e arde su un candelabro d'oro
la fionda di davide

metamorfosi d'una stella a sei punte
è l'amnesia d'una croce uncinata

- israele - le sue mani giunte
sono colme del sangue versato
e da questo calice
trabocca il veleno
della ragione malata

 

l'autore senzamaninbicicletta ha riportato queste note sull'opera

Ringrazio chi ha commentato la versione precedente di questa poesia, volevo dire che l'ho cancellata per poter pubblicare questa che è la versione finale. Grazie ancora.


2
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • roberto caterina il 23/11/2012 14:56
    Certamente sono dei versi molto forti, un messaggio da condividere, certo, ma nella nostra comoda situazione di spettatori lontani, sento che è giusto manifestare ira e sdegno, ma è una situazione molto complessa per chi vive in quelle zone e la verità potrebbe avere più di un volto, ma questa è solo una mia meditazione, non una critica.

3 commenti:

  • Anonimo il 24/11/2012 16:37
    rabbia condivisa... versi incisivi che ben descrivono dolore, sofferenza forti metafore... lirica che porta a pronda riflessione...
  • roberto caterina il 23/11/2012 15:00
    Scusami vedo che ti riferivi non tanto all'oggi ma all'ieri... La mia prudenza era dettata dalla situazione attuale...
  • Vilma il 23/11/2012 13:08
    Versi molto forti ed incisivi... una guerra che lascerà ferite profonde che difficilmente guariranno, in caso di sopravvivenza. Impresso resterà il dolore e le atrocità negli occhi dei bambini soprattutto... ma di tutti. Atrocità che andrebbero fermate, ma la realtà è ben diversa... come tutti noi sappiamo.
    Versi su cui riflettere... ben scritti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0