username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Tempo

ieri, oggi, domani, il tempo è ironia
che si strugge sugli uomini incombendo
con tutta la sua crudeltà e poesia

intanto che gli uomini, tra ridendo
e piangendo son sospesi, alto il cielo
che tiene color, cui pensier vivendo

la vita e la morte il caldo ed il gelo
han trascurato perdendo sì tempo
prezioso alla vita ch'è sotto un velo.

Noi due no, e stringendo te forte adempo
a cammin di più alto e puro disegno
di Colui che volse tutto, il mio tempo

con te per guardarti e lasciarti il segno
del mio amore il quale non se ne andrà
finché ci sarò, il tempo è sol un pegno

che devo pagare perché sarà
non posso stare più tempo con te
anche il mio cuore sempre t'amerà.

E ci sei tu che togli i miei perché
con la tua grazia e bellezza divina
che ti ringrazio c'hai donato a me

sei tu che senso con la tua piccina
mano dai ad ogni attimo alla sorte
anche sol di fortuna, e sei sì carina

da sbaragliare persino la morte.
tu che m'hai dato un senso alla mia vita
tu che prendi e strilli il tuo amore forte
tu che rendi ogni lettera infinita.

 

1
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 24/11/2012 01:43
    UNA SCIA DI TENEREZZA SOAVEMENTE LASCIATA CHE DELIZIANO L'ATTENTO LETTORE... IL MIO ELOGIO LUCA...

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0