accedi   |   crea nuovo account

Bivio

S'incrociano soffi, sussulti sfuggenti
nel ricco reparto di cuori degenti.
È doppia l'uscita, ma quale varcare?
L'istinto si lancia per non invecchiare.
Il corpo è confuso, non sa chi comanda;
si gira e, scoperto e indifeso, fa spazio
sul bordo del letto all'estrema domanda:
è cieca missione o sentiero ribelle?

Il dubbio più oscuro del valico è il dazio
nel vasto bestiario di pene e passioni.
Tra i torbidi affreschi e le stanze di specchi,
guardarsi negli occhi è la prova suprema:
la sciatta ossessione il riflesso repelle,
ricerca la stasi di un'ultima sera.
In muta crisalide, posa ed attende
il canto dell'alba, d'arbitrio foriera.

 

7
8 commenti     5 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Raffaele Arena il 25/11/2012 20:48
    Semplicemente bellissima. Studio della rima, ridondanza e ricerca della parola melodico, e contenuto come giustamente osserva Don Pompeo Mongello. Graditissima.
  • Don Pompeo Mongiello il 25/11/2012 16:43
    Una rima senza sforzo che incornicia un contenuto profondo e saggio. Bravissimo!
  • Anonimo il 24/11/2012 17:53
    Ed è proprio quel "poetico" BIVIO che, quotidianamente, si presenta in modo lineare nella vita di noi essere umani, a condurci spesso in scelte, non sempre facili. Tali difficoltà interiori ben sono state descritte dai dubbi e dalle riflessioni dell'autore, che pare affidarsi all'istinto di sopravvivenza, nel burrascoso viaggio, affrontato nel mare dell'esistenza. Molto bella! (P. S. Sai che se invece dei commenti lasci le recensioni quadagni più crediti? Te lo dico amichevolmente e solamente a titolo informativo, collega di poesia!)
  • silvia leuzzi il 24/11/2012 16:15
    S'incrociano soffi, sussulti sfuggenti
    nel ricco reparto di cuori degenti.
    È doppia l'uscita, ma quale varcare?

    Il bivio è l'orizzonte a due passi, il continuo arrampicare della mente che cerca traghetto decente.
    L'istinto si lancia per non invecchiare
    lotta strenua della nostra mente con il nostro corpo che si disfa battuto dagli agenti atmosferici del grande Cronos e della nostra anima provata
    Il dubbio più oscuro del valico è il dazio
    nel vasto bestiario di pene e passioni.
    Ecco che il poeta schiarisce il bivio e le sue ragioni, ecco che ci invita a pensare, a scegliere fin già sui simboli senza suono delle lettere.
    Per poi chiudere con quella dolce immagine di attesa, farfalla di idee, alba di rinascita.
    Attualissima si interseca nel contesto storico di questa realtà precaria sempre al bivio di una catastrofe. Piaciutissima Alessandro come sempre ciao
  • Rocco Michele LETTINI il 24/11/2012 14:41
    DUE STROFE FORGIATE DILIGENTEMENTE IN RIFLESSIONI DI PROFONDA SENSIBILITA' A L'AVVELENATA QUOTIDIANITA'
    LA MIA COMPRENSIONE ALESSANDRO...

8 commenti:

  • Don Pompeo Mongiello il 10/12/2012 10:39
    Confermo quanto già detto in attesa di altre tue opere.
  • - Giama - il 25/11/2012 09:48
    In muta crisalide, posa ed attende
    il canto dell'alba...
    che sia poi con la mente o con il cuore,
    è importante dare un senso al proprio cammino...

    molto bella sia nel contenuto che nella stesura!

    complimenti!

    ciao ciao
  • Anonimo il 24/11/2012 19:47
    intensa e realistica lirica... un bivio che puntualmente ci porta a dover decidere... molto apprezzata ale lirica che porta a profonda riflesione... bella
  • loretta margherita citarei il 24/11/2012 19:14
    spettacolare applaudo
  • orlando di giorgio il 24/11/2012 16:21
    È il bivio che ogni giorno ci si presenta costante in una vita fatta di scelte... complimenti Alessandro!
  • Anonimo il 24/11/2012 15:21
    Una riflessione che nasce dall'esperienza e da un'acuta osservazione del proprio vivere. Molto profonda!
  • anna rita pincopallo il 24/11/2012 14:16
    bravo Alessandro piaciutissima
  • augusta il 24/11/2012 12:24
    nel ricco reparto di cuori degenti... 1 beso

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0