PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il dono

Mi hai chiesto fiori
per stupire la notte
e farla partecipe del giorno
che s'adorna di tali meraviglie.

Li ho cercati allora per te
e molti ne ho visti sciupati
dalla fredda mano del tempo
tanto che quasi disperavo di riuscire.

Alla riva del lago infine ho bussato
e m'ha abbracciato il tepore
che mi diceva "Qui trovi!".

Per quanto sia buio a te intorno
accettali ché fanno luce!

 

2
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Alessandro il 27/11/2012 23:15
    Un tepore ritrovato, un dono di luce all'amata per strapparla alle tenebre. Piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0