PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Sospiri

.. Una mano aperta al buio, un tavolo verde,
lenti respiri occhi che si studiano,
un piano che suona.

Una magia frantuma tutti gli specchi,
segni che si uniscono figure che cadono,
battiti di cuore colpiscono pensieri.
Riflessi.. Attimi..

Chiari volti dipingono l'arrivo di un domani,
carte colorate coperte e aperte sposano albe e
sere, felici e persi giocano quà e là la loro
eterna partita.
Immagini..

Silenti arrestano il tempo, si leggono si legano,
si capiscono, si abbracciano si trovano.
È una mano aperta con porte mai chiuse,
ne vinti ne persi si sfidano per sempre.
E se.. e ma.. e..

È un colpo al cuore quando la si perde e..
E il volto si sporca di trucco, la magia svanisce,
le unghie si allungano la tavola piange la porta sbatte,
il suono stona, la donna di picche ride, tutto tramonta,
è sola una mano..
un'isolata poesia
un banco che salta
un giorno che muore.
Sospiri..

 

6
7 commenti     5 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Vincenza il 18/04/2013 12:30
    È sempre stupefacente come in poche strofe si riesca a descrivere la complessità di un'azione, il gioco, apparentemente futile. L'autore è riuscito a raccontare e a far sentire nei dettagli l'animo di chi gioca, la sua voglia di vincere-riscatto- la sua perdita-l'ennesimo fallimento. Il tutto avviene non in maniera frenetica ma con un ordine quasi prestabilito non dall'autore ma dalla ciclichità della vita degli attori. complimenti
  • Don Pompeo Mongiello il 19/12/2012 14:25
    Un laudo dovuto e sincero per questa tua straordinaria davvero!
  • Auro Lezzi il 01/12/2012 09:39
    Non scala reale.. Poesia reale.
  • Rocco Michele LETTINI il 01/12/2012 07:45
    TUTTO UN EFFUSO DI NITIDI FOTOGRAMMI DI ACUTA MEDITAZIONE... IL MIO ELOGIO DENNY...
  • Anonimo il 01/12/2012 07:42
    Una vita in cui si vince o si perde, ma non si perde nulla perché anche il perdere può avere senso, proprio come un'immagine costruita con insignificanti tasselli.
    Una vita in cui il gioco può sembrare non dipendere da noi, ma in effetti siamo noi a decidere con le nostre scelte.
    Caro Denny, non so se tu ami dipingere, ma questa poesia sarebbe un bel motivo d'ispirazione per un quadro. Veramente molto bella!

7 commenti:

  • Nicola Lo Conte il 27/03/2013 21:06
    Il gioco della vita... fiato sospeso... si vince... si perde.
    Luci ed ombre.
  • Anonimo il 01/12/2012 19:43
    Ogni volta che scrivi, caro Denny, riesci a creare immagini interessanti e affascinanti... ti vedrei come regista di un film.
    La tua poesia fa riflettere. Magari mischiamo le carte... sperando che non riescano sempre le stesse.

    Mitico Denny!
  • Alessandro il 01/12/2012 14:55
    Sospiri che si trovano, in un intreccio che segna le tappe di questo divenire. Quando la magia svanisce, cala il tramonto della disperazione. Piaciuta
  • karen tognini il 01/12/2012 08:12
    Il gioco puo' essere molto emozionante... ma anche una rovina...
    Ben scritta Denny.. sempre bravissimo...
  • Anonimo il 01/12/2012 08:11
    Che partita la vita, ragazzi! Corpi ed anime al posto di carte!!!
  • - Giama - il 01/12/2012 07:47
    Queste immagini sono la raffigurazione di altrettanti sospiri...
    Nell'assenza del domani, arrestano il silente divenire e lo chiudono tra le righe di questa pagina lasciando immutato un presente già entrato nell'eterno...
    Grande Denny!
  • Anonimo il 01/12/2012 07:19
    La vita come un gioco di carte, con puntate dove spesso si perde ma il bello è il rischiare, il mettere e il mettersi alla prova, tentare la sorte dal fare capriccioso e per questo accattivante e vedere cosa c'è dietro l'angolo... con gioie e sospiri. Bella bella Denny!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0