username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Viatico

Onorerò la vita
dov'essa si posa
ebbra di salute

Riscoprirò il valore
di esserle accanto
anche quando
il suo corpo
trema di dolore

Un libro sarà
questo mio viatico
dalle pagine strappate
e tosto ricucite.

 

5
7 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 02/12/2012 11:15
    La vita compendiata in una stesura di romanzo che deve essere sempre e costantemente letto e riletto, corretto e ricorretto, e che forse non ha epilogo mai soddisfacente per colui che ne é protagonista. A parte questa riflessione che i tuoi versi mi suggeriscono, il testo vuole essere secondo me, se non proprio un inno alla vita, una speranza più che plausibile laddove a priori la si accetta in tutte le salse ci viene offerta.
    Letta con molto interesse e partecipazione.
    Buona domenica!
  • Auro Lezzi il 02/12/2012 08:21
    Sei un ottimo editore Vincè.

7 commenti:

  • Anonimo il 02/12/2012 17:49
    Con i fogli strappati o interi... ce lo dobbiamo portare tutta la vita.
    Bella e profonda, Vicenzo.
  • franco picini il 02/12/2012 17:32
    In pochi versi, privi di ridondanze, elegantemente asciutti una riflessione esistenziale, che è anche un proposito, più che condivisibile.
  • Anonimo il 02/12/2012 13:59
    E meno male che le pagine sono strappate e ricucite, altrimenti sai che noia e che piattume sta vita.
    Bravissimo Vincenzo!
  • Alessandro il 02/12/2012 13:44
    Una vita da onorare e coltivare. Un onesto volersi bene. Piaciuta.
  • Anonimo il 02/12/2012 11:44
    sempre pregne di sentimento, ricercate immagini ed un pizzico di piacevole ermetismo le tue poesie. un abbraccio.
  • roberto caterina il 02/12/2012 08:38
    Un viatico dalle pagine strappate e ricucite quasi sempre con molta pazienza...
  • Anonimo il 02/12/2012 07:40
    Alcune pagine della nostra vita si vorrebbero strappare, perché fatte di dolore o di sbagli, ma se non ci fossero il libro avrebbe vuoti e mancanze e la lettura sarebbe incomprensibile, per questo meglio "tosto ricucire". Consapevolezza e direi saggezza, Vincenzo.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0