accedi   |   crea nuovo account

L'inganno

Se giungesse a te la Morte,
caro amico, non badare
alla guancia vellutata,
alla veste colorata:
per l'ingenuo è triste sorte!

Questa Morte pellegrina
che, ghignando, si nasconde
dietro un volto di bambina,
ha negli occhi zuccherati
fosse fredde e nauseabonde.

Troppo stretto il suo sorriso;
i canini più affilati,
ben celati anche alla Luna,
cercan mossa inopportuna
nel viandante più indeciso.

Non indossa cappa scura,
della falce fa ormai senza:
nel suo eterno carnevale
porta avanti, ben sicura,
mascherate d'innocenza.

 

5
5 commenti     6 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

6 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 05/12/2012 12:04
    Un serto di lauro su lo tuo capo lo Magno cinge pe' questa tua meraviglia.
  • Raffaele Arena il 04/12/2012 14:12
    Assolutamente vera. Certe persone che ti si avvicinano, con l'inganno di amarti e invece portan via le tue energie come zombie, morti. Speciale e apprezzata tantissimo
  • Anonimo il 03/12/2012 19:23
    La Morte è un inganno che non inganna nessuno...
    Poesia particolare... come tutte le tue.
    Bravo Ale!
  • Anonimo il 03/12/2012 17:15
    L'apparenza inganna, anche se l'inganno è solo apparenza! Magnifico testo surreale su di un INGANNO che forse, non è proprio così inevitabile e solo "femmina", come descrive poeticamente l'autore. Sinceri complimenti, collega di poesia.
  • Rocco Michele LETTINI il 03/12/2012 15:04
    Stupenda nella sua originale sequela in strofe perfette ne le loro cadenze ritmiche... La morte? Un inganno o... una liberazione dal monno terreno? IL MIO ELOGIO ALESSANDRO
  • silvia leuzzi il 03/12/2012 12:11
    Bella questa danza allegorica... la morte è femmina vero Ale?
    Ma non credere ha il ghigno della solitudine e della disperazione. Molto bella veramente grande

5 commenti:

  • stella luce il 06/12/2012 12:11
    la morte... ormai essa arriva purtroppo troppo spesso da chi crediamo che alle volte ci voglia bene... sono versi molto forti e di denuncia di un mondo che ha ormai dentro di sè la mancanza di rispetto della vita... bravissimo
  • Ugo Mastrogiovanni il 04/12/2012 11:25
    Pregevoli i travestimenti di questa Morte con la maiuscola, che si traveste persino fa bambina e fa a meno anche della consueta cappa scura. Lasciano una strana sensazione questi gradevoli versi: un po' di malinconia, ma anche rassegnazione e ragionevole attesa.
  • stelsamo il 03/12/2012 16:26
    Molto bella e musicale, nonostante l'argomento, ha una certa leggiadria, complimenti!
  • augusta il 03/12/2012 13:18
    i miei complimenti alessandro... bravo... 1 beso
  • anna rita pincopallo il 03/12/2012 11:21
    :bravooesia scritta benissimo piaciutissima

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0