PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La via d'uscita

Sono solo in questa stanza
di salvezza ha la sembianza
una porta che io ho chiuso con la doppia serratura
per poter dissimulare sentimento di paura,
che di quello che c'è fuori non mi deve interessare
se la vinci questa vita o hai un conto da saldare.
E giusta soluzione mi sembrerà sparire,
scomparire dalla vista però senza morire
non esser più materia e farsi di vapore
per poter meglio conoscere le ragioni di ogni cuore.
Risolvere i problemi ed ambire sempre al vero
insinuarsi nelle menti e scalfire ogni pensiero,
imparando a destreggiarsi in questo labirinto
che si chiama cervello, desiderio mai spento.
E se cerchi ristoro e se cerchi salvezza
la trovi in tutto quello che tu chiami bellezza
sia essa di arte, di natura o di donna
questa forza la scioglie la nostra condanna.

 

5
2 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Paola Vigilante il 09/12/2012 19:11
    "Risolvere i problemi ed ambire sempre al vero
    insinuarsi nelle menti e scalfire ogni pensiero,
    imparando a destreggiarsi in questo labirinto
    che si chiama cervello, desiderio mai spento".: questi sono i versi che ho profondamente apprezzato e che condivido pienamente. La comprensione della mente umana, nella sua complessità, è un'opera veramente difficile. Leggo tra le righe un animo che ha una vera predisposizione nel cercare di avvicinarsi all'altro con l'intento di aiutare ed insieme superare gli ostacoli.
    Per quanto riguarda l'elogio della bellezza e delle sue qualità ristoratrici mi trovi anche qui pienamente d'accordo, soprattutto per quanto riguarda l'arte poetica. Ciao Antonio
  • silvia leuzzi il 07/12/2012 08:09
    Bravo Gianni è vero sembra una canzone rap non ci pensavo, tanto presa come sono, vetusta ormai, dalla poesia e dal suo impianto che ora si snoda matura tra le pieghe della carta. Invece il timbro fonico ben evidenzia la semantica piena del messaggio e il ritmo ballabile quasi aiuta ad alleggerire e a rendere decisamente gradevole la lettura. Oltretutto è un messaggio di speranza in questo momento di buio ed è proprio del mio amico Antonio dispensare sorrisi
  • Gianni Spadavecchia il 05/12/2012 11:47
    Bella chiusa e ritmata molto bene. L'ho letta come fosse una canzone rap.
  • Don Pompeo Mongiello il 05/12/2012 11:43
    Molto originale e ben ritmata questa tua eccezionale davvero.

2 commenti:

  • Anonimo il 04/12/2012 08:53
    La tua poesia mi piace molto perchè è vera e profonda Antò.
  • Alessandro il 03/12/2012 23:24
    A dispetto dell'apparente pesantezza dei versi, la trovo molto ritmica. Bella anche la riflessione sulla ricerca della bellezza.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0