accedi   |   crea nuovo account

Cappotti e pastrani, versi d'amore e di sfide

Inverno e buio constante
si diffonde dal firmamento,
macchia oleosa che assorbe
la tenue falce di luce
che non arriva a sfiorare
le stelle
frementi di timido fuoco.
Questa è la notizia,
circolava da tempo:
i poeti indossano pesanti cappotti
tabarri e pastrani
cappe e giubbe opprimenti.
Non son liberi di cantare,
i poeti...
Di questi tempi
nel lampo delle lame e dei fuochi
accesi pei campi e contrade
la gente
non vuol ascoltare
d'amore e di dolci dilemmi,
piacerebbe piuttosto la frusta e la ghigliottina.
Ma la voce del poeta
apre un pertugio
per alzare la tenue falce di luce
dilatare il firmamento
scardinare la cruda gabbia del cuore
e far cadere cappotti e pastrani
cappe e tabarri.
Si scoprirà allora quanto giovani
siano tutti i poeti
e ben oltre la gente, le loro voci.

Voci d'amore e di sfida...

 

5
8 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 05/12/2012 13:32
    accidenti una calda e combattiva lirica! Complimenti!

8 commenti:

  • Giuseppe Amato il 24/12/2012 19:22
    La voglia di esternare sentimenti e passioni livella le età e ci unisce
  • mariateresa morry il 06/12/2012 12:30
    Vi ringrazio tutti, per avermi letto e dato il vostro apporto. Le vostre sensibilità mi gratificano
  • stella luce il 06/12/2012 11:31
    bellissimi questi versi... la poesia credo che farebbe essere tutti quanti migliori nell'animo... la poesia può essere dolce ma anche amara, di pace o di lotta... basta che essa sia e si tolga quei cappotti ma che si liberi di essere... forse però ineffetti sono in pochi adesso coloro che la voglione sentire... brutti e freddi sono questi tempi...
  • mauri huis il 06/12/2012 05:32
    I poeti sono uomini anche loro, e a volte han voglia di combattere, non sempre di cantare. Ma i tuoi cappotti sono più di una semplice metafora, sono essi stessi poesia. E di quella buona, profonda. Complimenti dunque, e a presto.
  • denny red. il 05/12/2012 23:55
    È un tempo così.. vestito coperto..
    lampi lame fuochi..
    voci d'amore e di sfide..
    Piaciuta! Ben scritta Brava mary.
  • franco picini il 05/12/2012 18:04
    Sicuramente hai ragione tu. Di questi tempi più frusta che amore, ma lo ribadisci nella chiusa... la sfida è aperta! Non mancheranno le occasioni...
  • Alessandro il 05/12/2012 17:19
    I poeti falsamente liberi, prigionieri di pesanti cappotti. Analogia interessante.
  • Anonimo il 05/12/2012 12:26
    A tutti noi questo bellissimo augurio di Mariateresa: che la poesia ci liberi da ogni segno -interiore soprattutto- di vecchiaia e ci faccia essere giovani sempre. Nell'anima.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0