username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Patimento

Curavo
una felicità
effimera
e facevo
partecipe
anche la luna
mi ero
affacciato
al museo
del mio passato
e galleggiavo
nella tua voce
ne ero fasciato
sciolsi il rotolo
delle confidenze
tremando ad ogni
vento di discordia
e quello sguardo casuale
fu l'argine
di un cataclisma
d'amore
un altro modo
per spingermi avanti
cercando
una via d'intesa.
Tormentato
dai disordini degli istinti
su cosa fare
della mia passione
senza padrone.
Allora insistè
e lo accolse
fra le sue labbra
di giorno
di notte
d'estate
d'autunno
e mentre il sole
non faceva
che accrescere
il mio patimento
fino alla follia
quegli indumenti
erano
di giorno in giorno
più tesi
così che il seno
spingeva e apriva
i bottoni
e il sedere
le cuciture
e le rughe
passeggere della fronte
avevano fermato
i pensieri
lasciandoli
nudi e spellati.
Questo
avrei voluto
che tu sapessi.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 09/12/2012 15:04
    mamma mia quanto me piace quando fai "parlare la tua parte maschile"...
  • Rocco Michele LETTINI il 06/12/2012 17:20
    UN GRIDO PER TOCCARE L'INSENSIBILITA' DE L'ALTRO...
    UN'AUREA CORONA LA STROFA DI CHIUSA AL MIRABIL VERSEGGIO...
    SEMPRE ACUTA NEL PENSIERO... IL MIO ELOGIO AUGUSTA...

15 commenti:

  • augusta il 29/12/2012 10:03
    ciao alice... 1 beso
  • alice righetti il 28/12/2012 17:02
    stati d'animo contrastanti... complimenti!!!
  • augusta il 16/12/2012 09:27
    bellissimo fabius...è qui il mistero... 1 beso...
  • fabius civitilus il 15/12/2012 17:20
    Ma poi lui l ha saputo????
  • augusta il 10/12/2012 10:55
    grnade fri.. sei fantastico... 1 beso...
  • augusta il 08/12/2012 13:11
    grazie anna..è sempre un grande piacere un tuo commento... 1 beso...
  • Anna Rossi il 08/12/2012 06:44
    come solo una donna sa dire di un uomo, la sua passione.è un flash, una foto spietata che ritrae il suo cuore e lo viviseziona nel suo ordinato caos nel momento preciso in cui diventa amore. difficilissimo compito, ma ben riuscito nel tuo testo. complimentissimi!!
  • augusta il 07/12/2012 10:36
    ringrazio il mio carissimo rocco... alessandro... franco... 1 beso... a voi...
  • Moni Flà il 06/12/2012 19:31
    Besos cara, e non devi ringraziarmi. Apprezzo tantissimo come scrivi :*
  • Alessandro il 06/12/2012 19:19
    Il patimento tra parole non dette, concetti inespressi. Una sofferenza sottaciuta. Molto bella
  • franco picini il 06/12/2012 18:25
    Innanzitutto originale per la sua costruzione. Raffigurazione, per immagini e stati d'animo, del complesso crescendo di un desiderio/sentimento che muore in patimento. Ma prima di divenire testamento di commiato (un sappi che... che ha molto di romantico) passa per un esame interiore del proprio desiderio, una certa preoccupazione per come andrà a finire, tante altre cose e un non so che di lussurioso (nel senso dell'attrazione esercitata da certi "attributi" che si accrescono al Sole). Intrecciano così, cioè in questo modo ingarbugliato, soltanto le belle poesie.
  • augusta il 06/12/2012 16:58
    mi sono calata nella parte di un uomo... visto che è stato un mio carissimo amico... raccontandomi il suo per l'appunto.. PATIMENTO... che naturalmente ho dedicato... 1 beso.. LORETTA grazie... ringrazio anche... FLA'... che prima ho dimenticato di fare il suo nome...
  • loretta margherita citarei il 06/12/2012 15:48
    scusami augusta se tu sei donna, come mai metti tutto al maschile come se fosse un uomo a scrivere?
  • augusta il 06/12/2012 13:30
    il mio plauso per aver capito perfettamente questa mia... grazie... 1 un grande beso...
  • Moni Flà il 06/12/2012 13:24
    Amore, passione, tormento, sofferenza... ci sono tutti gli ingredienti necessari per rendere questa poesia davvero incantevole! Le immagini che evoca mentre la si legge scorrono davanti agli occhi come avviene per le scene dei film! È una poesia che si deve leggere in silenzio, soltanto con gli occhi, perchè essa stessa, da sola, urla dentro a gran voce!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0