PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il Mago (l'egoismo umano)

fedele alla voglia di stupire
offro rimedi
all'abitudine del vivere
cambio le carte in tavola
estraendo cammelli
da crune sottili
predìco il futuro
a chi me lo chiede
predìco il passato
a chi futuro non ha
ho misteri nascosti
per chi vuole sapere
ho silenzi profondi
per chi non osa ascoltare
dubbi non ho
io
che vendo illusioni e storie fantastiche
ho mille parole
che accecano i sensi
e mille frasi ad effetto
che alimentano il cuore
ho perfino ferite profonde
che racchiudono rughe
di anni trascorsi
sono il mago
delle assurdità accettabili
devoto alla santità
di chi ha santi a cui credere
sono l'orgoglio assoluto
e mai abbasserò gli occhi
per non vedere i tuoi occhi
più asciutti dei miei
io
vendo la vita
fiumi di vita
oceani di eternità
sono il mago
che la morte toglierà
sono io
l'egoismo umano
senza limite alcuno
la faccia sporca
di
Dio

 

5
2 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • luca il 06/12/2012 20:00
    che dire x quanto mi riguarda può anche diventare la nuova divina commedia, non ho parole bravo!!
  • Alessandro il 06/12/2012 19:25
    Un mago cialtrone, un mercante di illusioni, spacciatore di salvezze incerte. Una figura complessa, l'egoismo umano, forte e inarrestabile come un cancro. Davvero profonda.
  • Rocco Michele LETTINI il 06/12/2012 18:01
    ACUTO VERSEGGIO IN UN COSTRUTTO IMPECCABILE...
    FORTE RIFLESSIONE NEI VERSI DI CHIUSA... IL MIO ELOGIO GIUSEPPE...

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0