accedi   |   crea nuovo account

A distanza ragguardevole

A distanza ragguardevole
confuso tra i tanti me
scorgo
cani e mezzelune

E labirinti, vicoli
vecchi di gente,
mercanti

Fra le ombre
ci sei tu, che dal mio verbo
hai attinto

Foglia di pochi giorni
nata per caso
da un pensiero
impudico.

 

6
6 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Gianni Spadavecchia il 07/12/2012 14:43
    Dolce ed amara questa poesia, a distanza da un amore ragguardevole perduto ormai.
  • roberto caterina il 07/12/2012 10:11
    Bella soprattutto la prima strofa: descrive un universo che si può quasi vedere e ascoltare... a distanza ragguardevole.
  • Auro Lezzi il 07/12/2012 08:21
    Dolcezza pudore ed espressività.. Vera poesia.
  • silvia leuzzi il 07/12/2012 08:04
    A distanza ragguardevole
    confuso tra i tanti me...
    Oddio Vincè mi prende questo verso...è vero ci sono tanti me dentro e giustamente li vedo se mi allontano da loro, da me, dal mondo. Lo vedo come se lo osservassi da una stessa e i contorni si fanno netti.
    Pregevole quella metafora amorosa dell'ombra prima e della foglia poi per rappresentare un'idea d'amore, quella poi che tiene in piedi l'impalcatura di noi stessi.
    Grande Vincenzo, a proposito te lo dico devo curare un piccolo spazio poetico su una rivista e ti interpellerò a breve ciao amico

6 commenti:

  • celeste il 07/12/2012 21:25
    Un bel componimento molto originale come un mio piccolo haiku che da quindici giorni non mi viene pubblicato che fa così: " Lo stronzo galleggia/ a pelo dell'acqua/ crede esser pantegana". Segnalo inoltre che mi viene sistematicamente cancellata la frase del profilo. Buon lavoro ai poeti del sito
  • Alessandro il 07/12/2012 21:12
    Pensiero fugace e sinistro, quasi nato per caso, che resta in agguato in un angolo. Profonda ed empatica.
  • Ezio Grieco il 07/12/2012 17:18
    Bella Vincè, letta con piacere.
    cl
  • Gianni Spadavecchia il 07/12/2012 14:45
    A distanza ragguardevole da un amore ormai perduto.* Scusa ho sbagliato.
  • Anonimo il 07/12/2012 12:12
    Mi viene in mente l'adozione a distanza... chissà, magari sarebbe il mezzo più indicato per amare qualcuno!
  • Anonimo il 07/12/2012 08:36
    Bella questa tua, espressa nel tuo solito stile... unico. Mi piace molto la prima strofa.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0