PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Destinazione nulla

ma ogni parola
ancora prima di uscire
mi ha già derubato di spazio
e così cerco di ingannare il gioco mentale
e provo
l'autista dimenticò
come e perchè stava guidando
e si ritrovò andante e senza tempo
siamo nella storia
anche se non abbiamo avuto introduzione ufficiale
e quando i rami di un albero si sporgono
per poter carezzare quelli di un compagno vicino
è dura per voi come per me
così non si arriva da nessuna parte,,,

 

1
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Alessandro il 09/12/2012 13:50
    Un perverso gioco mentale, parole e sensazioni che vorticano dentro di noi, senza però uscire. Una guida verso orizzonti incerti. Piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0