accedi   |   crea nuovo account

Il caso

Distanze recise da illusioni reali
quando l'immensità terrestre
si spoglia addormentanto l'obblio.

Guardando lontano,
un uomo rinuncia al caso
per prendersi tutto,
apre gli occhi per vedere più avanti:
quello che tocca possiede,
quello che lascia abbandona.

Ma l'uomo è solo,
perchè la vita
non è nulla più che se stessa,
non basta capire per essere il tutto.

 

2
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Alessandro il 10/12/2012 19:45
    Un uomo che rinuncia a subire le inquietudini del caso, decidendo di guardare oltre. Eppure, siamo così insignificanti che potrebbe non bastare. Forse non siamo fatto per imbrigliare il nostro destino. Molto profonda.
  • Anonimo il 10/12/2012 13:31
    Per "essere il tutto" occorre contemplarlo ed amarlo, dal proprio punto di vista...