PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Quell'unica volta

In un letto di dolore,
la vecchiaia si consuma
tra le cure ininterrotte.

Col protrarsi delle ore,
vola il cuore, come piuma,
al ricordo di una notte.

Il vil fato, infine, agguanta
questa pallida fiammella,
questo umano lumicino.

Visse una promessa infranta.
Tra cent'anni in una cella
splende un giorno da cretino.

 

4
5 commenti     6 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

6 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 25/12/2012 18:08
    Un testo introspettivo molto significativo e profondo. Incisive descrizioni, accompagnate da metafore davvero struggenti, completano il valore della pubblicazione. Piaciuta molto! P. S. Grazie per aver compreso appieno il senso della mia AMARA VERITA'.
  • Gianni Spadavecchia il 12/12/2012 13:37
    Bella ed amara chiusa, parte iniziale molto dolorosa. Espressa bene!
  • Don Pompeo Mongiello il 11/12/2012 09:18
    Terzine che concatenandosi mirabilmente fra loro esprimono al meglio il pensiero dell'autore al quale mi congratulo di vero cuore.
  • giuliano cimino il 11/12/2012 07:46
    Intensa e descrittiva della vita stessa in ogni suo passo in così poche righe. . Metrica parole e schema adorabili!
  • Rocco Michele LETTINI il 10/12/2012 20:41
    Dai tuoi versi una toccante riflessione che lascia l'attento lettore in una sequela profonda ed empita di reale quotidianità... Metricalmente perfetta... IL MIO ELOGIO ALESSANDRO
  • franco picini il 10/12/2012 19:47
    Respiro filosofico nei tuoi versi. Nonostante la brevità le riflessioni che suggerisce, la tua, non sono sintetizzabili. Una vecchiaia, una morte, un ricordo lontano di un'unica occasione vissuta e poi infranta, dalla filosofia si passa alla poesia. I versi curati, le immagini pregnanti, la storia struggente, la morale condivisibile. Poesia che prende, insomma.

5 commenti:

  • stella luce il 11/12/2012 11:31
    versi amari... fanno riflettere...
  • Antonietta Mennitti il 11/12/2012 09:00
    una poesia dall'aroma amaro in cui traspare una vita spezzata da un unico e struggente ricordo! Bella, apprezzata!
  • Teresa Tripodi il 10/12/2012 17:54
    amaro è il sapore che lascia per la verità che racconta... magistrale direi
  • Anonimo il 10/12/2012 16:50
    Versi particolari, intensi e profondi. Bravo Alessandro, scrivi molto bene, ma mi pare di avertelo già detto.
  • laura il 10/12/2012 11:45
    Poesia che racconta il ciclo della vita! triste, scritta molto bene, mi ha dato un brivido al cuore complimenti ciao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0