username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Eden

Si sa che il sonno allenta
il giogo del reale,
catena nella sabbia.
Sognando, ho immaginato
che il corpo fosse gabbia
e il cielo nero coccio.

Ti ho vista sollevarti
e salutare il mondo,
la sferica prigione
d'insalubre bruttura.

Infrangi la barriera,
l'imbroglio punteggiato;
volteggia, attraversando
il crollo siderale.

Sarai la stella d'oro
che illumina la valle,
tra fresche brezze in coro
e bagni di farfalle.

 

6
4 commenti     6 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

6 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Centrone Stefano il 16/12/2012 18:20
    Lirica alquanto sublime nel verseggiare con fermezza e acuta riflessione versi che portano il lettore a conoscere armoniose sensazione che il poeta trasmette in questa poesia.
    EDEN: miglior titolo non poteva accompagnare questa lirica.
    Dico solo:
  • Don Pompeo Mongiello il 16/12/2012 11:25
    Di una sensibilità straordinaria ed espressa ottimamente. Congratulazioni!
  • Anonimo il 14/12/2012 09:39
    Un augurio di uno splendido Natale e di un Buon Anno Nuovo, a te, caro e sensibile collega di poesia. Molto profondo il concetto espresso nelle parole della tua pubblicazione intitolata EDEN. Testo apprezzato per stesura e contenuto. Sinceri complimenti!
  • Raffaele Arena il 14/12/2012 04:59
    Trovo questa tua una poesia con un humus di sentimento molto valido- Un humus umano e d'amore, che raggiunge a livello stilistico uno dei miei autori preferiti, il Luzi, compianto mancato premio nobel, poeta fiorentino, di cui ti consiglio qualche lettura se non hai già avuto occasione di conoscerlo. Meravigliosa.
  • Rocco Michele LETTINI il 13/12/2012 22:05
    ARMONIA DEL VERSO... MIRABILE INTERPRETAZIONE DEL PENSIERO... SCORREVOLEZZA... UN EDEN DI POESIA ALESSANDRO... IL MIO ELOGIO...
  • Anonimo il 13/12/2012 15:00
    sai parlare d'amore in un modo unico, mai banale, bravo!

4 commenti:

  • Ugo Mastrogiovanni il 13/12/2012 16:58
    Un ottimo risultato lirico, rafforza la certezza e la forza dell'essere.
  • Anonimo il 13/12/2012 16:42
    Una poesia irreale... quasi come l'eden! Bellissima la chiusa.
  • loretta margherita citarei il 13/12/2012 15:25
    splendida, molto melodiosa, bravo
  • Gianni Spadavecchia il 13/12/2012 13:41
    Bellissima chiusa Alessandro..

    Sognando, ho immaginato
    che il corpo fosse gabbia
    e il cielo nero coccio.
    Miglior pezzo per me

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0