PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Correnti 1

La corrente ascensionale glorificò le foglie
che a dispetto della morte volarono libere e leggere
e i balconi ne furono testimoni
come i parabrezza addormentati al gelo
come il lago fermo delle nostre parole
al limite di un presente supponibile

L'intermittenza di luci
le sfere colorate
il verde plastico senza radici
il trifoglio rosso laccato
ci avvertirono dell'arrivo di quella notte
che avrebbe riempito le tasche del macellaio
dei pasticceri e i produttori di zucchero a velo
di venditori di inutili sciocchezze

Il salto afono del nostro passato
ci garantì la pozzanghera infante
l'odore del mosto sulle frittelle
l'attesa di una messa sonnolenta
il bacio al bimbo di cartapesta

Restammo muti allo spettacolo del traffico
allo spietato girotondo degli orologi
all'invisibile riduzione della luna
all'affaccendato brulichio nelle stazioni
e la corrente ci rese simili ai cristalli
preservati al candore nella discesa
condannati al grigio dell'asfalto
glorificando la nostra dissolvenza.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • augusto villa il 10/02/2013 17:24
    Molto.. molto bella...
    Raggiunge l'intensita'... man mano che la si legge... per esplodere nell'ultimo verso... Davvero bella!
    -----
  • loretta margherita citarei il 13/12/2012 19:33
    molto bella, sempre brava, auguri, buon natale laura

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0