accedi   |   crea nuovo account

Da dietro le quinte versi ancora note di sole

La nube di una umana parola

seppe dissolversi

in un elevato barbaglio di sole

di questo scalare ricordo
vicino e lontano
piovuto dal sudore del cielo
in un pozzo d'Amore

il ruscello montano

- scambio avvenuto qui in Te nei beni di un genio fra i dei dell'inchiostro e noi ossa di seppia -

deambulando
su un vulcanico lastricato

di mobili sabbie

nobilmente canta la sensibile voce di un mare muggente

 

l'autore Vincenzo Capitanucci ha riportato queste note sull'opera

Dedicata ad Eugenio Montale " Ho pensato per Te, ho ricordato per Tutti "


11
11 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 16/12/2012 12:20
    Nel darti il ben tornato elogio al massimo questa tua.
  • Anonimo il 15/12/2012 13:50
    sì sente molto l'influenza del poeta... bravo!
  • Rocco Michele LETTINI il 14/12/2012 06:20
    Montale, il mio preferito in una dedica firmata diligentemente e pregna di orgoglio... Encomiabile versicolato Vincenzo

11 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 18/12/2012 15:00
    Molto bella la tua esposizione Vincenzo..
  • Anonimo il 17/12/2012 17:24
    Bisognerebbe veramente imparare a cantare con la voce del mare ruggente per districarsi senza farsi prevaricare tra queste sabbie mobili degli esseri ignobili. Per fortuna che le ossa di seppia hanno rotto la greppia!
    Bella dedica ad un grande, bravissimo Vincé!
  • - Giama - il 17/12/2012 09:17
    mi mancava la solarità dei tuoi versi, mi mancavano questi versi che irradiano... luce e calore...

    Super Vincenzo
    Un caro, caro saluto

    Gia
  • loretta margherita citarei il 14/12/2012 18:15
    bellissimo omaggi al grande poeta, bentornato cap
  • Anonimo il 14/12/2012 16:46
    bella dedica ad un... grande... rileggo versi che portano la tua inconfondiile firma... bella
  • Alessandro il 14/12/2012 13:33
    Dissolvendosi la parola, rimane il verso nudo e crudo. Piaciuta
  • A. A. il 14/12/2012 09:40
    Mh, notevole, il simbolismo in quest'opera è davvero notevole
  • Anonimo il 14/12/2012 09:11
    ... i tuoi versi come magia!
  • Anonimo il 14/12/2012 08:28
    Eugenio Montale era Genovese se non sbaglio, un grande poeta e scrittore.
    La Tua dedica l'avrebbe molto apprezzata.

    Grande Vincè!
  • Anonimo il 14/12/2012 07:20
    BENTORNATO! Sei mancato.
  • karen tognini il 14/12/2012 06:42
    C'e' tutta la tua magia.. non hai perso la tua vena d'oro poetica...
    Grande Vince...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0