accedi   |   crea nuovo account

Non è cosi chiaro?

Campane nel mattino di Marzo, presagio di una libertà vittima delle stagioni, epoche dimenticate, lasciate andare, terreni da contemplare, mirando alla sorgente di chi volevi rappresentare. Sogni mai abbandonati rievocano calde speranze, sicuro rifugio per incorruttibili figli di Morfeo, inquilini di una terra espressa al peggio, noi regniamo nel volere di Mitra, gridando nel sonno, attendendo l'ambito ospite del nostro eco.

 

3
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 18/02/2014 14:03
    Non sempre tutto appare chiaro e semplice nella vita che, in modo misterioso ed inaspettato, riesce a sorprenderci di continuo. La speranza e la fiducia di potere realizzare i sogni, mai dovrebbe abbandonarci, pur se, talvolta, ci rifugiamo in una realtà personale, con l'intenzione di proteggere l'anima dal dolore, restando in attesa "dell'ambito ospite del nostro eco". Pubblicazione piaciuta!

1 commenti:

  • Alessandro il 14/12/2012 13:26
    Rimandi mitologici, a tempi lontani, con connessioni a un presente infausto, dove ci rifugiamo nel sogno per non soffrire.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0