PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La Musica

La musica incombe sul mio cervello
avanza, s'insinua
e non riesco a fermarla,
i suoni sono come lame
e mi ritraggo spaventato.

Richiami di età passate
languide malinconie
mentre io immerso nella melodia lancinante
annaspo
vorrei gridare
ma mi sento invaso da un'energia di fuoco
e le mie membra s'intorpidiscono
non so più dove sono
in quali spazi la mia immaginazione
si sia smarrita.

Vieni da me
non andare
non voglio perderti
come il tempo che lascia un'eco
perduta nella lontananza
di un'illusione.

Sono rapito
travolto da un'onda di fuoco
un languore senza respiro
le note si susseguono
rapide incalzanti
io mi aggrappo al rumore che assorda
o al silenzio che non dà tregua
e m'immergo nell'irrazionalità che
avvolge la mente in una nebbia senza fine.

Mi sento invadere il cuore
nell'incanto di attimi irripetibili
e i miei occhi si perdono
nell'infinito sentire.

 

10
18 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • roberto caterina il 28/02/2016 19:23
    Molto bella questa tua poesia che ho letto solo ora.
  • Emiliana De Fortis il 27/12/2012 22:20
    La prima cosa che noto nella tua poesia e l'uso di certe parole. Incombe, avanza, lame, paura, richiami di età passate, melodie lancinanti, gridare, fuoco, spazio, immaginazione...
    È tutto così rindondante, passionale. È una corsa, che si acquieta soltanto alla fine, come dopo il raggiungimento di un orgasmo... ed i miei occhi si perdono nell'infinito sentire... come lo sguardo vacuo che assume un uomo dopo l'eiaculazione. Non voglio essere volgare, solo realista.

    Oddio... che ti devo dire? Mi piace, non mi piace? La definirei eccessiva, falsa se non fosse per quel...
    "Vieni da me / non andare/ non voglio perderti /
    il tempo lascia un'eco perduta
    nella lontananza di un'illusione."
    Togli il come... togli il che... sarà molto più incisiva.
    Sono stata troppo cattiva?
    È solo la mia stupida opinione. Nulla più.
  • laila il 18/12/2012 18:36
    la musica ci riporta al ricordo di un percorso della nostra vita, di una persona amata entra nel cuore e non esce piu'. laila bravo

18 commenti:

  • Nicola Lo Conte il 05/06/2013 11:38
    Bella... conosco la sensazione, ed anche io ho scritto in proposito.
    Bravo.
  • - Giama - il 28/05/2013 20:05
    L'armonia e' armonia in se, il nostro sentire ne ha bisogno per andare avanti, per marciare...
    C'è un tamburino che detta la marcia, anzi c'è ne sono tanti e altri ancora...
    Quale seguire? Quello che in quel momento segna il passo che più ci piace!

    Ignazio, qui ci si sente un pochino soli...
    Fai come me, butta giù qualcosa, poi come si dice... Da cosa nasce cosa... lo so, e' poco poetico, ma spesso funziona,,,,

    A presto, un saluto e un abbraccio!
    Giacomo
  • Anna G. Mormina il 26/05/2013 18:23
    ... irrazionalità avvolge la mente nella nebbia... è in grado, di distoglierci dai fastidiosi rumori, da ricordi negativi... e il cuore, che va sempre dalla parte giusta, ci riporta ai momenti dolci, mai dimenticati, in cui ci perdiamo con infinita pace e amore... splendida poesia... sei grande,... un forte abbraccio!
  • Dolce Sorriso il 02/02/2013 22:10
    RICONOSCERSI NEI TUOI VERSI... GRANDE IGNAZIO...
    BELLA LA POESIA!!!!!
  • augusto villa il 30/12/2012 21:36
    Eh... quando la musica diventa magia...
    Sara' mica stato l'inno dell'Inter... vero?... ahahahah... Scherzo!!!
    Belle riflessioni/osservazioni le tue!... Mi riconosco fra i tuoi versi... ----- ... e Auguri!
  • vania antenucci il 25/12/2012 21:22
    Carissimo eccomi la musica può essere una terapia, la musica ricorda il passato nei momenti belli, puo' essere anche maliconica e quando entra una melodia nella testa chi la toglie piu', Complimenti Vivissimi bravo come sempre un abbraccio forte
  • Grazia Denaro il 23/12/2012 18:43
    La musica affascina, attrae, può essere come una malia. Dà delle sensazioni che danno delle risposte alla nostra anima o alla nostra mente a secondo di quali corde può toccare. Una bella lirica, apprezzata!
  • rosanna gazzaniga il 22/12/2012 09:04
    Ricordi che come musica avvolgono rimarcando sensazioni: profonda, molto bella, complimenti!
  • stella luce il 18/12/2012 15:58
    versi dedicati alla musa che dopo la poesia riempie l'anima, la musica... capace di tanto, di tutto... bei versi
  • Anonimo il 17/12/2012 06:13
    rapito da tanta emozione che travolge lo spirito ed il corpo... tempi passati che ritornano e non vogliono più perdersi nel tempo... musica che ci segue che ci prende per mano come amica e compagna, versi incalzanti ed incisivi molto bella caro amico... devi scrivere più spesso...
  • Eugenia Toschi il 16/12/2012 17:36
    Rapita da tanta musicalità... Molto bella
  • Anonimo il 16/12/2012 15:16
    Poesia travolgente ed emozionante. La faccio mia perchè sento le stesse cose.
    Bellissima Aedo
  • Anonimo il 16/12/2012 13:14
    Una musica che la propria sensibilità recepisce con immagini che coinvolgono. Poesia molto bella!
  • Gianni Spadavecchia il 16/12/2012 13:06
    Bella chiusa. Una musica, la musica, quella della vita.
  • denny red. il 15/12/2012 23:11
    Una musica..
    richiani di età passate..
    Mi sento.. si perdono..
    nell'infinito sentire.
    Incantevole arresta coinvolge..
    Musica è! Bellissima!! Aedo, sempre Bravo

  • lidia filippi il 15/12/2012 21:02
    La musica accompagna la nostra vita, ne è colonna sonora... Un'altra delle tue belle poesie! Il lettore viene trascinato in un vortice di note incalzanti, si assaporano melodie mischiate ai ricordi.
  • Anonimo il 15/12/2012 14:27
    Mollto bella e coinvolgente
  • Alessandro il 15/12/2012 13:43
    Una musica che travolge, fin quasi a far male, un rimando romantico al sublime. Bellissima

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0