PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Pelle ed anima

Un sogno
riempie l'aria
vuota nel sonno
sì fragile al passato
sì ferrea alla ragione.

Dolci, calde carezze
rabbrividiscono
increspano
pelle ed anima
perchè
bolle lucenti
come sapone
mostrano stupende opalescenze
variegate di caldi colori
che scoppiano al tatto
nel momento sublime
dell'oblio.

Quel dolce cavaliere
dal tatto d'altri tempi
appare nel dolce gusto
d'un morbido bacio
nel purpureo tocco
del figlio di Eros.

E ricordo
quel dolce dormire
sì colmo d'afflato gentile
sì avvolto nel senso d'amore
sì vero oltre ogni pudore
al di là d'ogni rossore.

 

3
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Paola Reda il 16/12/2012 22:56
    Grazie Alessandro... hai capito ed è vero corpo ed anima.
    Ma in questi versi parto dall'anima per poi tornarci. Il vero fulcro è il corpo... dolcemente preso... nell'attimo dell'oblio.. che comunque si ricongiunge sublimamente all'anima
  • Aedo il 15/12/2012 19:32
    La tua anima si avvolge nel ricordo di attimi di sogno. Bellissima poesia!
  • Alessandro il 15/12/2012 16:45
    Quando corpo e anima viaggiano sullo stesso binario, senza ostacolarsi a vicenda. Apprezzata.
  • bruna lanza il 15/12/2012 16:02
    un bacio... d'altri tempi... sognando?

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0