username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Quando suona la sveglia del lavoro

Certe mattine
forse per sbaglio
suona ancora la sveglia del lavoro
e la notte ancora non è andata via

io nel dormiveglia ripercorro
i tanti giorni passati dentro quelle mura.

Quanta brava gente conosciuta
a cui vorrei ancora stringere
a mano e dire
Buon Natale!

Caccio via dalla mente
il ricordo di bavose ragnatele
di ragni velenosi!

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • iogiro il 07/01/2014 21:08
    Bavose ragnatele di ragni velenosi... vero! Meglio dimenticarli.
  • rosanna gazzaniga il 24/12/2012 21:13
    Ricordi belli e brutti dopo una vita di lavoro... Poi nel tempo si diluiscono tutti... Intensa poesia! Buon Natale Giorgio!
  • Francesca La Torre il 19/12/2012 07:09
    Molto bella:non e' da tutti avere un dolce ricordo degli ex colleghi di lavoro e"cacciare il ricordo di bavose ragnatele di ragni velenosi"Piaciuta molto.
  • Alessandro il 17/12/2012 13:12
    Colleghi lavorativi, alcuni degni dei nostri auguri, altri da dimenticare. Piaciuta.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0