PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Crescere al buio

Calpestiamo, intransigenti,
dietro un'alibi matura,
un sentier di falsi intenti,
la sconfitta che perdura.

Si ridesta, ancor più stanca,
una vita mal vissuta.
Nulla può, se linfa manca,
la radice nerboruta.

E sovvien lo smarrimento
con i suoi dorati inciampi,
sopra i profumati campi
la colata di cemento.

Con cinismo, barattiamo
volontà per proibizione,
libertà per ambizione.
Nel tracollo, rimpiangiamo

gli egoismi più innocenti
tra le porte semiaperte,
quelle impronte così incerte
dei ricordi adolescenti.

 

5
6 commenti     5 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 10/10/2016 16:21
    Un plauso sincero e dovuto per questa tua stupenda, anche se fai parte de li spettri della mia poesia.
  • Anonimo il 19/12/2012 12:30
    Un testo introspettivo molto significativo e profondo. Intense descrizioni, accompagnate da metafore davvero incisive, completano il valore della pubblicazione. Poesia molto apprezzata, per stesura e contenuto. Bravissimo!
  • Rocco Michele LETTINI il 18/12/2012 18:10
    AL DI LA' DELLA SAGGIA OSSERVAZIONE SU L'AUTOLESIONISMO PRESENTE... UN VERSEGGIO ADORABILE PER L'ATTENTA COLLOCAZIONE DEL RIMATO CHE HAI LASCIATO...
    IL MIO ELOGIO ALESSANDRO...
  • agave il 18/12/2012 16:06
    è raro trovare un poema "letteralmente" in rima che non sia banale ma che nel gioco di parole trovi l'espressione adatta per certi sentimenti profondi...
  • silvia leuzzi il 18/12/2012 12:16
    Bada Ale... con questa rima ABAB nelle prime due quartine e quella ABBA nelle ultime tre, sei riuscito a comporre una lirica molto musicale per esprimere un'oppressione cruda che ci sovrasta, che ci incatena nel fondo della buca oscura della coscienza perduta di un'umanità vorace e autodistruttiva. Veramente i miei più sinceri complimenti Ciao

6 commenti:

  • Don Pompeo Mongiello il 10/10/2016 16:23
    Vedi - Spettri del sottoscritto
  • Anonimo il 19/12/2012 18:12
    Letta più volte. Ogni strofa ha un profondo significato. Incisiva la chiusa. Scritta molto bene. Bravo.
  • Gianni Spadavecchia il 19/12/2012 13:51
    Bella la tua chiusa.. Versi in rima, dolore che si legge ugualmente. Piaciuta!
  • Anonimo il 19/12/2012 06:40
    rime molto ben curate, bravo
  • loretta margherita citarei il 18/12/2012 20:01
    molto bella e profonda, auguri alessandro
  • Anonimo il 18/12/2012 15:52
    Siamo riusciti a barattare e a distruggere tutto anche noi stessi, ma fino a quando possiamo barare? Molto bravo Alessandro!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0