accedi   |   crea nuovo account

Io solo

Solo io
ora
adesso
sento lo tuo disprezzo
ogni volta che penserò a me
scorrono come lampi degli Dei
veloci li pensieri miei
Nocchiero son delle mie notti
senza stelle
e dei miei giorni
senz'alito di vento
Prevalso ancora alla ragione
un vero gladio in ferro
che m'ha piantato nella schiena
questo è il colpo inferto
a tradimento
partito preso.
Ma il corpo mio s'arricchirà
per nulla al mondo
lascio la vita
resterà rosata un'altra ferita.

 

1
3 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 21/12/2012 09:19
    Buone feste, sereno Natale e felice Anno Nuovo, sensibile collega di poesia. Complimenti per il meraviglioso e profondo testo introspettivo che fa luce su parte della tua anima, nel riflettere su di una atteggiamento e su di una solitudine interiore, certamente non compresi da nessuno.
  • Rocco Michele LETTINI il 19/12/2012 10:44
    TOCCANTE NEL SUO PROFONDO COSTRUTTO... LA MIA CONSIDERAZIONE FRANCO E IL MIO PLAUSO

3 commenti:

  • stella luce il 19/12/2012 22:04
    quanta forza in questi versi... le ferite restano e le cicatrici ce le ricorderanno sempre, ma si resta a vivere... stupenda
  • bruna lanza il 19/12/2012 15:48
    artefice del tuo vivere, versi toccanti e profondi
  • Alessandro il 19/12/2012 13:35
    Resteranno le cicatrici di un altro colpo inflitto a tradimento, ma dobbiamo resistere. Piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0