username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Le donne, là dove io vivo, hanno la voce del sole

Proprio là dove vivo io, mia
amata Rita, la musica si canta
in coppia perché quaggiù, in

Imerezia, si piegano i pioppi
per intrecciar le fronde: e
invece noi incrociamo la voce.

Ma proprio qua, dove io son
nato, nella piazza vecchia di
Kutaisi, la femmina, per il

pianto d'amore, ha finito
d'anticipo il suo canto: allora
l'inno lo intonerò al suo posto.

"Non rasarti i peli del petto,
Suliko, che il tuo abbraccio
è come un lupo disperato!"

Ma la mia voce, cara Rita, è ancora scura come la notte.

 

4
2 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • marcello moiso il 29/12/2012 19:06
    Forti.. davvero forti.. sono i tuoi versi, ti prendono e ti scaraventano magicamente "altrove". Brava!
  • Auro Lezzi il 20/12/2012 08:18
    Si potrebbe avere l'indirizzo.. È affascinante...
  • Rocco Michele LETTINI il 20/12/2012 08:17
    UNA SEQUELA DI VERSI CHE GIUNGONO AL CUORE LASCIANDO ATTONITO L'ATTENTO LETTORE... IL MIO ELOGIO MARIA

2 commenti:

  • salvo ragonesi il 05/01/2013 18:14
    molto personalizzata questa tua bella poesia con una chiara destinazione. ciao salvo
  • Alessandro il 19/12/2012 23:37
    Davvero particolare e di comprensione non immediata, ma suggestiva.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0