username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

L'isola nel sole

L'isola mi accolse naufrago
quando approdai con la mia barca di cartone.
Fu subito generosa:
fonti d'acqua cristallina, frutta, pesci
e persino caprette da latte...
Un cielo sempre azzurro
e nuvole di bianca panna
e una brezza fresca e leggera
e in mare i delfini che ti circondano per giocare...
Scrivo i miei pensieri su barchette di carta
che affido alla corrente.
Qualcuna la ritrovo giorni dopo sulla battigia
e rileggo con stupore e tenerezza...
È ormai mattina
finirà questo sogno
e ti ritroverò, come sempre, accanto a me.
Mi piace guardarti così
ancora addormentata
e osservare il tuo respiro...
Ti farò una sorpresa.
Oggi preparo io la colazione,
il caffè, le fette biscottate e...
accanto al piattino
metterò un fiore
... anzi una barchetta di carta
con un pensiero d'amore per te.

 

2
3 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 22/12/2012 19:12
    LODEVOLE NEL SUO SINCERO COSTRUTTO... IL MIO ELOGIO E IL MIO SERENO NATALE...
  • Auro Lezzi il 22/12/2012 16:14
    Che bel Natale..!!!!!

3 commenti:

  • Fabio Magris il 13/01/2013 23:28
    Scusate il ritardo. Grazie per i vs commenti
  • carmela marrazzo il 28/12/2012 21:35
    che bel sogno! ancora più bello il risveglio!... direi novello Robinson Crusoe prima, novello e tenero Ulisse dopo.
    bravissimo, Fabio!
    ti abbraccio
    Carl
  • Alessandro il 22/12/2012 16:12
    Dal sogno di un naufragio alla tenerezza delle reciproche attenzioni. Una piccola odissea.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0