accedi   |   crea nuovo account

Nebbia

Il respiro del drago
si fece freddo,
salì dalla terra umida
ammantando di bianco la città.

Avvolse nelle sue terribili spire
le ossa agitate dei cittadini,
disorientati e ciechi
annegati da quella realtà.

 

2
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 23/12/2012 11:07
    UN VERSEGGIO "STRUGGENTE" NELLA SUO REALE COSTRUTTO... IL MIO ELOGIO E IL MIO AUGURIO DI UN SERENO NATALE...

1 commenti:

  • Alessandro il 23/12/2012 12:57
    Sensazioni incerte che si legano al romanticismo, s'intrecciano con una figura avvolta nella leggenda. Risultato eccellente.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0