accedi   |   crea nuovo account

Il Castello di Miramare

Bianchissimo
su sperone di roccia
a strapiombo sul mare:
favola d'amore
a Queretaro stroncata.
Nel verde lussureggiante parco,
al chiarore lunare,
Carlotta,
dalla pazzia consumata,
ancor passeggia tra i viali,
a passi lievi...
e ricorda il felice passato,
la musica,
il parlottio e le risate,
nel salone delle feste.
Il Castello riprende vita
e l'eburnea luna illumina
l'approdo e la Sfinge
e...
cosparge il mare
di monete d'argento.

 

3
6 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Auro Lezzi il 29/12/2012 07:33
    Anche io conosco tutto ciò che hai descritto.. Una magnifica cartolina poetica.

6 commenti:

  • Fabio Magris il 13/01/2013 23:30
    Si proprio un bel castello bianco sil mare, Vi ringrazio per i commenti.
  • carmela marrazzo il 28/12/2012 21:19
    caspita che bella! non conosco la storia... struggente, dolcissima... e tanto, tanto evocativa!
    andrò a cercarmi la storia o leggenda.. che hai reso davvero affascinante!
    ti abbraccio
    Carl
  • roberto caterina il 27/12/2012 06:15
    Sì in effetti il Castello Miramare rassomiglia un po' ad una bianca sfinge... Piaciuta.
  • Nicola Lo Conte il 26/12/2012 22:37
    Bella... come le tue monete d'argento che luccicano sul mare di Miramare!
  • Anonimo il 26/12/2012 16:46
    Lo conosco quel Castello. Mi porta alla mente dolcissimi ricordi del mio passato. Grazie per questo inaspettato dono natalizio da Te offertomi, così ben confesionato!
  • Alessandro il 26/12/2012 15:01
    Maestosa malinconia in questo dipinto. Linguaggio di altissimo livello.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0