accedi   |   crea nuovo account

Misera fiammella

Solo in questo modo
immolo il mio pensare
per ritrovarne
pianeti iridescenti.
Mi soffermo spesso
presso la porta a vetri
a guardare.
È corta questa passeggiata
per pensare a nuovi eventi,
a cosa cercare.
Un segno, un sogno, una passione
anche una confessione.
mi accontenterei.
Eppure c’è chi crede
d’essere una stella
e illusa non si vede
misera fiammella.

 

1
5 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • frivolous b. il 21/02/2015 08:39
    una poesia di un certo peso... complimenti... piaciuta molto...

5 commenti:

  • Antonio Pani il 27/03/2009 18:35
    Ha il senso dell'attesa, importante, profonda. Vedo uno spettatore attento, acuto, eppure vittima di un misero "bruciante" fuoco. Io l'ho sentita così. Apprezzata. A rileggersi, ciao.
  • Dorian Gray il 12/08/2007 16:49
    Stupenda!
  • sara rota il 01/08/2007 08:01
    Mi piace il finale, anche se credo che il pensare d'essere una stella che illumina la notte, non mi fa pensare solo ad una misera fiammella, ma alla luce di Dio, seppur solo essendo una piccola parte di essa.
  • Angela Maria Tiberi il 30/07/2007 20:38
    Bella
  • roberto mestrone il 29/07/2007 10:00
    Ottima e finemente cesellata questa romantica intuizione del tuo cuore.
    Ro

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0