accedi   |   crea nuovo account

Deja vu

Piccolo borgo,
nascosto dai rami di una secolare quercia,
ascolti i morbidi passi camminati
sul tappeto dai colori autunnali,
che percorre la strada per giungere a te.

La memoria ancestrale delle cose
rammenta le corse
e le mie gioie di un tempo,

sono tutte racchiuse tra le tue umide mura,
conservate in un magico scrigno,
mescolate a tutte le altre
fonte della tua eternità.

Non esiste dolore
in ciò che è passato,
mi sussurri,
rimane solo la gioia dell'esistenza vissuta.

Un passato che non rammento
eppure mi dona gioia al pensarlo,
già vissuto tra un camino acceso
e le mie fatiche sui campi.

Ed ancora lei al mio fianco,
magia dell'amore
che perpetua ciò che il creato indovina.

 

1
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0