accedi   |   crea nuovo account

L'eco del Grido

Non siamo altro che l'eco di un grido.
Il grido di sofferenza che lanciamo alla nascita.
La stessa sofferenza che ci spinge a vivere o morire
Rincorrendo sfuggevoli felicità fra sofferenze e disagi.
Per tutta la vita.

 

2
6 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Franco Baldini il 29/12/2012 12:15
    Amara verita' che spazza via le false retoriche sul senso della vita.. O si accetta l'eco di questo grido o ci si inviluppa in se stessi rifiutando tutto e tutti e si compie il gesto estremo...
    Mi auguro che non sia questo il senso di questo intenso verso.
    Auguri di Buon eco.. per tutto il 2013

6 commenti:

  • Fabus il 02/01/2013 18:18
    @Alessandro, mi fa piacere che hai fatto tuoi il senso dei miei versi penso che molti avranno modo di approfondire più avanti, come diceva Jim Morrison, queata è la vita più strana che abbia mai vissuto.
  • stella luce il 29/12/2012 23:39
    versi perfetti e che condivido...
  • Fabio Solieri il 29/12/2012 16:20
    Aprite gl'occhi e cogliete un fiore. La vita è bella (non fosse altro perchè l'ha detto Benigni)
  • Alessandro il 29/12/2012 15:49
    Introspezione amaramente sentita che ricorda Pavese per stile e riflessioni.
  • Fabus il 29/12/2012 12:27
    Ciao Franco, grazie mille per la tua recensione.
    Il grido alla nascita è una metafora per spiegare che nessuno ma proprio nessuno vive felicità eterne ma piccole felicità spesso brevi conquistate con sofferenze, l'equilibrio fra felicità e sofferenza determina il cammino della vità. C'è chi vive una vita ad accumulare soldi credendo di aver raggiunto la sua vera felicità e poi si impicca, oppure il barbone che vive di sofferenze fisiche e solitudine in cui trova un vero senso per vivere. Non è una poesia introspettiva.
  • augusta il 29/12/2012 10:39
    ottimo.. il mio plauso... 1 beso

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0