PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Nonno

Ho ricevuto un premio
Sia privato che pandemio
Son diventato nonno
Una gioia che toglie il sonno

Tanto voglio bene a quel cosino
Non mi vergogno di sembrar cretino
Io vedo in lui un Capitano
Saranno i suoi occhi castano

Non c'è niente di più bello Del sorriso di quel monello
Il suo pianto; un canto di fringuello

Non c'è gioia più grande
Di considerarlo Importante
Mi avvicino, sorride: che commediante!

 

5
3 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 25/01/2013 18:20
    Un canto immortale alla vita, una filastrocca di gioia, che la dice tutta sull'amore che provi verso il tuo nipotino.
  • Rocco Michele LETTINI il 02/01/2013 07:44
    AUGURI FABIO... L'HAI GRIDATO CON PASSIONEVOLI VERSI... IL MIO ELOGIO...

3 commenti:

  • Anonimo il 28/03/2013 16:24
    Poesia davvero molto tenera dedicata al nipotino. Allora è proprio vero, quando dicono che ci si attacca di più ai nipoti che ai figli. Sono una grande gioia. Ma anche i nipoti amano tanto nonni, forse sono più attenti e hanno più tempo da dedicare a loro.
  • Vincenzo Capitanucci il 23/03/2013 06:36
    Auguri Fabio... sorride... che commediante... e per me non c'è gioia più grande...
  • Anonimo il 10/03/2013 15:13
    i nipoti... sono meravigliosi ti capisco... bella la tua lirica é pregna d'amore veso il tuo nipotino... complimenti fabio un abbraccio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0