accedi   |   crea nuovo account

L'antifona di un furto

Quando
piansi
nel sole

capii

era la mancanza di luce nei miei occhi
a rendere ruggine il canto della pioggia

nel prisma cuneiforme di una lacrima repentinamente apparsa nel cielo del Tuo volto c'è sempre un ferreo ponte volante di capinere ad inseguire una gazza ladra

 

8
5 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 03/01/2013 10:02
    Un serto di lauro per questa tua straordinaria.
  • Anonimo il 02/01/2013 18:21
    Un susseguirsi di note e melodiosi versi che avvolgono e instaurano, una spirale intensa d'emozioni... La chiusa bellissima... Molto apprezzata!!
  • Anonimo il 02/01/2013 14:48
    La luce negli occhi riesce a far vedere le cose così come sono. Ma non piangere Vincé!

    Bellissima Vincé!

5 commenti:

  • Anonimo il 07/01/2013 07:26
    rendi vive in in immagini le parole dei tuoi versi... bella veramente...
  • mariateresa morry il 03/01/2013 11:21
    Veramente potente l'immagine del ferreo ponte volante di capinere... sembra di vederne persino la struttura compatta e fluttuante! Tu non deludi mai, Capitano, sei sempre un'autore nuovo e rinnovato. Auguri di cuore per il 2013!
  • Nicola Lo Conte il 02/01/2013 19:16
    Bella e delicata...
  • Alessandro il 02/01/2013 14:48
    Razzia di gazze ladre e vani inseguimenti. Piaciuta
  • Anonimo il 02/01/2013 13:27
    Accidenti a 'ste gazze ladre! Non saranno mica sponsorizzate da qualche politico?
    Vincé, capita l'antifona, non ci rimane che la colletta.
    A parte sopra, questa tua di oggi è bellissima nella sua essenzialità!
    Bellissima Vincé e Buon anno!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0