accedi   |   crea nuovo account

E poi... il nulla

Ma la verità è che mi sento persa.
Una riccioluta bimba dai boccoli d'oro
in una putrida grotta gocciolante..
muffa e viscidume impregnano quel posto,
nessuna luce raggiunge quegli anfratti.
Il fetore è intenso e peggiora a mano a mano
che la bimba penetra in profondità..
sangue scuro e lucente ricopre ora
le pareti della grotta,
sassi acuminati rallentano il cammino..
e oramai la riccioluta bimba stenta a mantenere le lacrime..
Rallenta, inciampa, si affloscia.
E infine si ferma, si accascia ad un masso
ed inspira profondamente.
Una lacrima riga finalmente il suo viso
ed evapora ancor prima di raggiungere la gote..
Ora sorride, ora sa.
E poi d'un tratto.. il nulla.

 

1
0 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 04/01/2013 07:44
    UN TOCCANTE SCORRERE TERRENO INTRISO DI UN RIFLESSIVO DI CHIUSA ENCOMIABILE... LA MIA LODE MARGHERITA...
  • Alessandro il 03/01/2013 23:12
    La crudezza di un'esistenza che non mostra pietà nemmeno di fronte all'anima più candida, che non riesce più a trattenere le lacrime. Incisiva la chiusa.

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0