PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'amor folle

Con le donne (moglie che scappa e musa che sfugge!), purtroppo, sono una frana! Non mi resta che l'amore per una macchina sperando che almeno lei sia più comprensiva di mia moglie (non si vive di soli figli!) e non troppo impegnata come la musa... per gran classe e cultura, ma a me deve dare almeno... qualche notizia sui miei pazienti!


Da tempo vado matto per una vettura,
è limpida di un candido colore
che a me appare come un bianco candore
e per la sua particolare targa,
son certo, la riconoscerei tra mille.
Appena da lontano l'intravedo
le faccio l'occhiolino con gli abbaglianti
ma pure lei come la padrona al volante
di me non si cura e passa avanti.
Solo quando è sola nel parcheggio
mi permette tutto e, lungi da occhi indiscreti,
si lascia anche con dolcezza accarezzare.
Adesso, però, sempre più io mi domando...
la Musa non sarà mai una megera
se mi ha così davver tanto stregato?
Un dì la presi in prestito mentale
solo allo scopo di diventar poeta
seppur un pensierino ce l'avevo,
ma visto che pure lei è un'arpia
d'ora in avanti mi terrò a distanza.
State certi, però, che per il mio gran canto
un bel dì, di sicuro, mi pagherà il conto.

 

2
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 04/01/2013 07:24
    COTANTA PADRONANZA CREATIVA PER UN VERSEGGIO PIACEVOLE NE L'HUMOUR ET ELOQUENTE NE L'INTIERO COSTRUTTO. IL MIO ELOGIO FRANCESCO... SERENA GIORNATA

4 commenti:

  • Francesco Andrea Maiello il 05/01/2013 04:50
    Caro Ellebi, la situazione affettiva per me (spero che non lo sia anche per te!) è seriamente compromessa per cui l'esuberante amore lo riverso in tutto!
  • Ellebi il 05/01/2013 00:19
    Per quel che mi riguarda ti dirò che ultimamente anch'io mi sono invaghito di una macchina... fotografica però, ognuno ha le sue debolezze, il fatto è che io di queste debolezze di solito rimango vittima, così sono pieno di fotocamere. Che sia una via di scampo scriverne? Potrei imitarti, forse dovrei scrivere un racconto sulle fotocamere.
    Intanto complimenti per la tua poesia, un saluto.
  • Francesco Andrea Maiello il 04/01/2013 13:30
    Cara Eugenia e caro Michele, approfitto di questo verseggio per ribadire che la donna, in ogni caso, deve essere la poesia, finanche la tragedia ma non certo la vittima dell'uomo!
  • Eugenia Toschi il 04/01/2013 11:36
    Piacevole verseggio... pur sempre amore è...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0