username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Tyrrenia

Granitici torrioni, a picco sovra il mare,
adusi a raccontar di leggendarie gesta
nell'aria ancora pregna delle memorie care
di questa nostra terra sì divenuta mesta.

E parlano le pietre nel fuoco dei meriggi
quando calura stimola il canto di cicale
e le scoscese dune disegnano miraggi
agli occhi allucinati del peregrin mortale.

Ed io, che vò ramingo per quei ventosi lidi,
ascolto antiche voci tra le ginestre e il mare,
e grida di gabbiani che levansi dai nidi
e volano radenti su scogli di calcare.

Ritornano alla mente i sogni mai sopiti,
spumosi come l'onda s'arenano alla riva,
e fissano negli occhi la giovinezza ardita
insieme alla canizia che irriguardosa arriva.

Rimiro quei tornanti salir sulle colline,
tagliar per le contrade e i pascoli bovini,
svanire come serpi tra il limitar dei pini
e poscia riapparir sugli assolati crini.

All'ora vespertina le vecchie poverelle
che sgranano rosari nel coro di una chiesa.
Avvinto dai sussulti è il cor delle zitelle
sedute fuori l'uscio in speranzosa attesa.

E scopro rami secchi agli angoli degli occhi
di contadini stanchi dalle rossicce gote
che tornano dai campi, in piedi sovra i cocchi,
fischiando allegre strofe e popolari note.

Io canto il mio Tirreno e la sofferta voce
di rustica progenie e marinara gente,
avvezza a sopportar silente la sua croce
ai piedi di castelli e dinastie potenti.

Son queste le mie terre, vissute con tormento,
all'ombra degli ulivi a rinnovar passioni,
quando l'amor gentile s'infila nella mente
ed il pensier di Lei ti toglie la ragione...

 

2
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 14/03/2014 00:46
    apprezzata. complimenti

2 commenti:

  • loretta margherita citarei il 06/01/2013 03:50
    piaciuta, sembra un quadro ottocentesco
  • Alessandro il 05/01/2013 22:13
    La proprietà di linguaggio e il senso del ritmo che possiedi continuano a sorprendermi. Ottima la chiusa.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0