accedi   |   crea nuovo account

La spiaggia dei ricordi

Tra suoni antichi mi sovvien la voglia
di un ritmo che s'insinua nella mente
e mi riporta al tempo adolescente
quando miravo il mare da uno scoglio...

La spiaggia dei ricordi adesso tace,
quel tratto di costiera sempre in guerra
che corre da "Bagnoli" al "Rione Terra",
un tempo approdo dei coloni Greci!

Rivivo gli assolati pomeriggi
trascorsi sotto l'ombra dei costoni
per evitare a scuola le lezioni
e l'indolenza di quei banchi grigi...

Nell'aria quei tramonti di calcare
d'un sole che affogava all'orizzonte
tra il luccichio di reti appena pronte
sugli argani impazienti di salpare!

Ed io un intruso dentro la cornice
sentivo, a tratti, le sommerse voci
di oracoli e sibille senza pace
salir da quei fondali in superficie...

Godevo in quel respiro di maestrale,
di venti aperti al canto di sirene,
e un fremito mi entrava nelle vene
quando scoppiava forte un temporale!

Sul viso assaporavo quelle gocce
asperse come un gesto spirituale
e rimanevo assorto in quel rituale
seduto sul gradino di una roccia.

E m'incantavo a lungo ad ascoltare
lo sciabordìo dei flutti sotto costa
che raccontava a tutti senza sosta
l'eterna lotta tra la terra e il mare...

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0